Un lavoro migliore per il nuovo anno? Vediamone alcuni veramente strani

Buongiornolink - Un lavoro migliore per il nuovo anno Vediamone alcuni veramente strani


Il lavoro nobilita. Ma non sempre... Uccidere topo a colpi di martello, fare da bersaglio alle feste (televisive) dei bambini, bucare dolci perché il vapore evapori. In Inghilterra cercare un lavoro significa finire a farne, per poco, uno orrendo. Ma tutto il mondo è paese…

Se lo augurano tutti per il nuovo anno: un lavoro migliore, un lavoro che dia soddisfazione, più lavoro per tutti, un lavoro e basta. Eppure per molti il lavoro c’è ma fa paura, un lavoro esiste ma ha bisogno più di fegato che di cuore, uno sporco lavoro, si dice, eppure qualcuno deve pur farlo. Dan Kieran una volta si era premurato di radunare in un libro «Cento lavori orrendi». E lavoro così bene da trovarne di tremendi.


Come quello toccato a un certo Buff Orpington che in cambio di un salario di 1,85 euro l’ora, otto ore al giorno, avrebbe dovuto stanare dei topi in un pollaio ed eliminali a martellate. Ci provò ma dopo dieci minuti si licenziò.

LEGGI >>> Il business dei prossimi anni è il Network Maketing


Jeremy Ireland invece fu ingaggiato per controllare un nastro trasportatore pieno di piselli per individuare quelli neri. Dice: «Quando sollevavo la testa tutto intorno a me sembrava fosse in movimento». Sette euro e sessanta l’ora per otto ore, ma anche lui mollò: «Ho avuto un danno temporanea alla retina: dopo una giornata vedevo tutto rosso».

Poi non c’è solo quello. Jack (il cognome preferiscono tenerlo anonimo), rappresentante di letti per ospedale, si licenziò dopo che alla cena aziendale di Natale, insieme con tre colleghi nelle stesse condizioni, fu costretto a fare da cameriere e pagare da bere visto che non aveva raggiunto gli obbiettivi di vendita. Ma la goccia che fece traboccare il vaso fu quando lo costrinsero a mettersi in mutande alla fine di una riunione, scendere nel parcheggio e correre mentre i colleghi lo incitavano dalla finestra.

LEGGI >>> Cerchi lavoro? Eccoti 10 consigli che possono aiutarti

C’è poco da ridere visto che questa è la sorte orrenda che tocca a chi è precario in Inghilterra. Dove ti chiamano per un programma tv per bambini dove devi fare da bersaglio al lancio della maionese da parte dei bambini. O per praticare un foro con una bacchetta metallica al centro di torte che passano al ritmo di una ogni 43 secondi.

Il libro calcolò che in Gran Bretagna le vittime per infortuni o malattie collegate al lavoro fossero due milioni ogni anno, più della somma dei morti per alcool e droga. Il lavoro nobilita l’uomo di sicuro. Ma più spesso squalifica chi lo offre a queste condizioni.
fonte >>> Il Giornale

Commenti