Pensioni: firmato il decreto che esenta i 15 lavori gravosi per cui l'età non sale a 67 anni

Buongiornolink - Pensioni  firmato il decreto che esenta i 15 lavori gravosi per cui l'età non sale a 67 anni
Ora è ufficiale. È stato firmato il decreto attuativo che esenta quindici categorie di lavoratori, che svolgono compiti particolarmente gravosi, dall'aumento dell'età pensionabile a 67 anni nel 2019. Per loro resterà il limite di età di 66 anni e sette mesi.

LEGGI >>> "Pensioni anticipate 2017-2034": vediamo di chiarire



A darne notizia è stato, con un tweet, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni: "Firmato da Giuliano Poletti il decreto che esenta 15 professioni gravose da adeguamento età pensionabile a speranza di vita. Il sistema pensionistico - scrive il premier - non va scardinato. Vanno protette le fasce più esposte della società".

I 15 LAVORI ESENTATI - L'esenzione dall'innalzamento dell'età pensionabile riguarda: infermieri e ostetriche; maestre/i di asilo nido e scuole dell'infanzia; macchinisti ferroviari; camionisti; conduttori di gru, autogru su autocarro, cestelli con piattaforma aerea, carrelli industriali; muratori; facchini; badanti; addetti alle pulizie; addetti alla raccolta di rifiuti; conciatori di pelli; operai e braccianti agricoli; marittimi; addetti alla pesca; siderurgici e lavoratori del vetro.
fonte >>> Adnkronos

Commenti